Porta in rovere laccato verde a poro aperto (effetto legno)
6 Novembre 2017
Scala interna: 3 consigli utili per scegliere quella giusta
29 Gennaio 2019
Show all

Porte blindate: caratteristiche e classificazione

Per sentirsi tranquilli in casa propria o all’interno della propria attività è importante. Per questo occorre adottare strumenti efficaci, come la porta blindata. Ma quali caratteristiche possiedono le porte blindate? Come è possibile classificarle?

Quali sono le caratteristiche di una porta blindata?

Una porta blindata per poter essere definita tale deve possedere 7 componenti principali. Scopriamoli.

1. Controtelaio (o falso telaio)

Il controtelaio, detto anche falso telaio è il punto di connessione tra il muro e il telaio effettivo della porta.

E’ un elemento in acciaio presso piegato che viene fissato al muro tramite zanche o tasselli chimici.

2. Telaio

E’ un elemento (anch’esso in acciaio presso piegato) che si fissa al controtelaiomediante viti speciali.

E’ di fondamentale importanza per la sicurezza della tua porta, perchè assicura l’unione tra anta e il controtelaio formando un corpo unico solidale al muro.

3. Cerniera

E’ l’elemento in acciaio che viene fissato tra l’anta e il telaio, e collocato sul lato opposto alla serratura.

Consente il supporto e la rotazione dell’anta per la sua apertura.

4. Serratura

La serratura uno degli elementi più importanti della Porta Blindata, in quanto è la componente della porta che abilita il movimento di apertura e chiusura dei catenacci.

La serratura è composta da due elementi: il ciclindro e il defernder. 

1. Cilindro

Il cilindro è il cuore della serratura, uno strumento composto da un corpo centrale che si muove e comanda il meccanismo della serratura.

Se il ladro riesce a rimuoverlo, la porta non ha più protezione e basta un semplice cacciavite per effettuare l’effrazione.


2. Defender

Il defender è una borchia in acciaio temperato che ha il compito di proteggere il cilindro da attacchi di scasso e di manipolazione che possono portare all’apertura forzata della serratura della tua porta blindata.

Il defender è bloccato alla serratura mediante viti passanti in acciaio.

5. Catenacci

Sono quegli elementi che, comandati dalla serratura, si inseriscono nei fori predisposti nel telaio.

Sono in acciaio trafilato e ne esistono anche di tipo fisso (cosiddetti rostri) che normalmente si trovano sull’anta dal lato cerniere.

6. Corazza

La corazza è un elemento in acciaio incernierato su un telaio (anche esso in acciaio) agganciato allo stipite in muratura.

7. Pannelli

pannelli sonogli elementi che determinano l’estetica della porta blindata.

Sono due, uno interno e uno esterno.

Se vivi in un condominio devi sapere che la scelta del pannello esterno è vincolata all’estetica stabilita e nel rispetto dei disegni delle porte originarie.

Il pannello esterno di una porta di condominio deve essere il più possibile simile a quelli delle porte esistenti.

Fare pannelli di tonalità diverse o, peggio, con decori diversi, comporta solo discussioni infinite con gli altri vicini e il rischio serio di dover sostituire subito il pannello appena acquistato.

Il pannello interno e relativi accessori possono invece essere personalizzati secondo i tuoi gusti o lo stile di arredamento che hai scelto per la tua casa.

In generale le porte esterne godono di una maggiore libertà di personalizzazione anche per il pannello esterno.

 

Perché montare una porta blindata?

Le porte blindate svolgono due diverse funzioni.

La prima è quella di divisione fra ambiente interno ed esterno. 

Privacy ed isolamento dunque sono alcuni dei benefici derivanti dal montaggio di una porta blindata.

La seconda (per ordine ma non per importanza) è quella di protezione.

La tecnologia avanzata presente oggi nel campo della produzione di porte blindate infatti, permette di realizzarne sempre di più resistenti ed efficaci.

Attualmente, le porte esterne sono considerate di sicurezza se hanno almeno una classe antieffrazione pari a 3. La normativa europeaUNI ENV 1627, che prevede 6 classi, dove più è alta la classe e maggiore è la sicurezza antiscasso.

La certificazione garantisce che il prodotto che vai ad acquistare abbia superato una serie di simulazioni di scasso svolte da tecnici esperti.

gradi di sicurezza determinano il tempo che lo scassinatore impiega per forzare una porta, tenendo conto dell’esperienza del ladro e dell’attrezzatura utilizzata. Ovviamente, maggiore è il grado di sicurezza è più alto sarà il costo della porta blindata.

La classificazione di una porta blindata

Porta blindata di classe 1

E’ progettata per resistere ad un tentativo di scasso da parte di un soggetto con poca esperienza o senza attrezzatura adeguata.

Garantisce la minima protezione e per tale ragione la richiesta economica per questo tipo di porta blindata è decisamente la più bassa.

Di solito viene scelta come porta caposcala di magazzini o cantine, con merce di basso valore economico/affettivo.

Porta blindata di classe 2

Può resistere al tentativo di un soggetto inesperto ma dotato di attrezzatura base e non adatta (martello, cacciavite).

La consigliamo a quanti abitano in una zona cui il rischio di furto è relativamente basso o per uffici e edifici industriali.

Porta blindata di classe 3

Resiste a tentativi di intrusioni effettuati da scassinatori ben attrezzati: che utilizzano ad esempio cacciaviti o piedi di porco.

Può essere utilizzata come porta caposcala di rischio medio, in appartamenti condominiali (in presenza di portoni principali o portinai) con richiesta di sicurezza non particolarmente elevata.

É consigliata per abitazioni non completamente isolate e nelle quali è presente merce di medio-alto valore.

Porta blindata di classe 4

É ideata per opporre resistenza a tentativi di scasso operati da soggetti esperti e altamente attrezzati.

Con questo genere di porta la protezione delle abitazioni è decisamente alta: non è un caso che sia presente nelle banche, nei negozi e case con percentuale di rischio scasso elevata o in tutti quei luoghi nei quali è presente merce di alto valore.

Porta blindata di classe 5

Garantisce un livello di sicurezza molto più elevato.

Può resistere a tentativi di scasso effettuati da soggetti provvisti di attrezzatura elettrica (come il trapano ad esempio).

Solitamente è possibile riconoscerla nelle gioiellerie, ma anche in edifici militari o edifici pubblici che necessitano elevata protezione.

Porta blindata di classe 6

E’ la porta che garantisce più protezione in assoluto.

E’ progettata per resistere a tentativi di scasso ad opera di soggetti estremamente esperti.

Per soggetti esperti intendiamo ladri e scassinatori dotati di attrezzatura tanto elettrica (trapani, seghe a sciabola e mole ad angolo con un disco massimo di mm.230 di diametro) quanto ad alta potenza (come materiale esplosivo).

Una porta di questo tipo va installata in zone che richiedono sicurezza estrema: caveau, gioiellerie, zone militari, centrali nucleari.

Speriamo, con questo articolo di esserti stato utile e aver chiarito i tuoi dubbi circa le caratteristiche e l’importanza di una porta blindata.

Porta blindata: alcune considerazioni

Oltre alla classe di effrazione di cui ti abbiamo parlato sopra, è importante considerare quando scegli una porta blindata:

  • luogo d’instalazione (all’interno o all’esterno?);
  • accessori di serie e optionals disponibili;
  • rapporto qualità prezzo.

Ti ricordiamo altresì che noi de “Le porte del terzo millennio” commercializziamo:

  • porte blindate con rivestimenti in alluminio, legno o laminato;
  • porte blindate con riscontro elettrico;
  • porte blindate con serratura doppia mappa o cilindro europeo;
  • porte blindate con serratura elettronica.

Scoprile tutte!